Ortopedia

Ortopedia

L’ortopedia è la branca della medicina che si focalizza sulla diagnosi, sulla correzione, sulla prevenzione e sul trattamento dei pazienti con problemi relativi all’apparato muscolo-scheletrico – e quindi problemi relativi alle ossa, alle articolazioni, ai muscoli, ai legamenti, ai tendini ai nervi e alla pelle.

L’apparato muscolo-scheletrico è un complesso sistema di ossa, articolazioni, legamenti, tendini, muscoli e nervi che permettono al corpo di muoversi e di essere attivo. Un tempo questa disciplina trattava esclusivamente dei problemi relativi alle malformazioni scheletriche nei bambini. Al giorno d’oggi, l’ortopedia si occupa di pazienti di tutte le età, da bambini nati con malformazioni, ad atleti, ad anziani con problemi come l’artrite.

I medici specializzati in ortopedia sono chiamati chirurghi ortopedici o, semplicemente, ortopedici.

L’apparato muscolo-scheletrico

L’apparato muscolo-scheletrico è composto da due apparati, l’apparato muscolare e l’apparato scheletrico, ma in genere questi due vengono accorpati a causa della similarità e dalla interdipendenza delle funzioni che svolgono, ovvero il movimento e il supporto.

L’apparato muscolo-scheletrico è composto da tessuti molli (come i muscoli, i tendini, le articolazioni e i legamenti) e duri (come le ossa e le cartilagini). Innanzitutto, questo apparato, dunque svolge la funzione di rendere possibile il movimento e supportare il corpo umano, ma ha anche altre funzioni, come la protezione degli organi vitale, la stabilità, la conservazione dei sali e la formazione di nuove cellule sanguigne.

La parte scheletrica del sistema è pertinente al posizionamento delle ossa e a come esse si collegano (articolazioni). La parte muscolare, invece, si occupa dei movimenti che hanno luogo sulle articolazioni.

L’apparato muscolo-scheletrico contiene, al suo interno, delle strutture connettive, che sono:

  • La cartilagine, che funziona da ammortizzatore fra le ossa e riduce la frizione.
  • I legamenti, che aiutano a stabilizzare le articolazioni affinché esse non escano dal loro spazio d’azione.
  • I tendini, che collegano le strutture dell’apparato scheletrico e dell’apparato muscolare, di fatto tenendo attaccati i muscoli alle ossa.

Il ruolo degli ortopedici

Gli ortopedici utilizzano trattamenti medici, fisici e riabilitativi, insieme ad alcuni tipi di procedimenti chirurgici, focalizzati in tutti gli aspetti relativi all’apparato muscolo-scheletrico. Questa branca della medicina è estremamente ampia e variegata. Gli ortopedisti si occupano di una grande varietà di malattie tra cui fratture e dislocazioni, lacerazioni dei legamenti, strappi e lesioni ai tendini, rottura dei dischi, sciatica, lombalgia, scoliosi, gambe inarcate, artrite, osteoporosi, tumori ossei, distrofia muscolare, paralisi cerebrale, piede torto, deformazioni delle gambe, delle dita e anomalie della crescita. In generale, gli ortopedici sono specializzati in:

Diagnosi di problemi relativi all’apparato muscolo-scheletrico.
Trattamento tramite farmaci, esercizi e chirurgia.
Riabilitazione tramite esercizi o terapia riabilitativa in modo da riqualificare i movimenti, la forza e le funzionalità fisiche del paziente.
Prevenzione.

In genere, circa il cinquanta percento degli ortopedico sono specializzati in metodi che non riguardano l’utilizzo della chirurgia, mentre l’altro cinquanta è composto da chirurghi ortopedici. La chirurgia può rendersi necessaria nel trattamento di problemi relativi alle ossa, alle articolazioni, ai muscoli, ai tendini, ai legamenti, ai nervi, ecc.

L’ortopedico lavora, in genere, in combinazione con altri professionisti e spesso è d’aiuto per via consultativa al lavoro di altri medici. Spesso giocano un ruolo importante nel trattamento delle emergenze nel pronto soccorso.

Le innovazioni

Le ultime tecnologie hanno portato allo sviluppo di nuovi approcci medici nell’ortopedia, così come in tutte le altre branche della medicina. Tra questi:

  • L’artroscopia, ovvero l’utilizzo di strumenti della diagnostica per immagini per meglio affrontare la diagnosi e il trattamento chirurgico delle patologie che affliggono le articolazioni.
  • Avanzamenti nella terapia e nella cura delle malattie degenerative. Ad esempio, l’introduzione delle protesi ha portato grandi vantaggi nella cura delle articolazioni.
  • La ricerca sulle cellule staminali, con le quali forse un giorno sarà possibile ricreare tessuti.

Specializzazioni

Gli ortopedici possono specializzarsi in uno o più campi particolari relativi all’ortopedia. Ad esempio, alcuni medici possono focalizzarsi sul trattamento di parti del corpo specifiche come il piede, la mano, la spalla, il ginocchio, eccetera, oppure nei problemi dell’apparato muscolo-scheletrico in età pediatrica.

Trattamenti

I pazienti dei reparti e delle cliniche di ortopedia hanno beneficiato dell’avanzamento della tecnologia che ha permesso l’introduzione, ad esempio, delle protesi e dell’artroscopia, insostituibili per la loro utilità nella cura e nella diagnosi delle patologie.

L’ortopedico visiterà dapprima il paziente tramite un colloquio. Dopo, potrà prescrivere dei test diagnostici come le analisi del sangue, radiografie, ecc.

A differenza dell’entità del danno, della patologia o della malformazione, il trattamento potrà risolversi in vari modi, da terapie farmacologiche a consigli per lo stile di vita, dall’esercizio fisico all’intervento chirurgico. In genere i trattamenti consigliati da un ortopedico sono più di uno e dunque sarà il paziente a scegliere la terapia da intraprendere.