Ginecologia

Ginecologia

I ginecologi sono medici specializzati nella salute delle donne, con particolare attenzione al sistema riproduttivo femminile.

Si occupano di una vasta gamma di problemi, tra cui l’ostetricia, o la gravidanza e il parto, i problemi di mestruazioni e fertilità, le infezioni sessualmente trasmissibili (IST), i disturbi ormonali e altri.
Punti chiave dell’attività del ginecologo

Ecco alcuni punti chiave sui ginecologi.

  • Un ginecologo è un medico specializzato nella salute degli organi femminili.
  • Molte donne iniziano a frequentare un ginecologo fin dalla prima adolescenza e continuano a frequentare anche una clinica femminile per problemi di salute generale.
  • Le donne dovrebbero visitare un ginecologo annualmente per un controllo e ogni volta che hanno sintomi che li riguardano.

Cos’è un ginecologo?

I ginecologi sono specializzati in problemi di salute delle donne.

Un ginecologo tratta i pazienti con organi riproduttivi femminili, indipendentemente dal fatto che si identificano come donne. Un ostetrico è una specie di ginecologo specializzato in gravidanza e parto.

Per diventare un ginecologo, una persona deve prima formarsi come medico per 6 anni, quindi specializzarsi per altri 4 anni nel campo dell’ostetricia e della ginecologia. Passare un ulteriore esame consentirà loro di essere certificati e registrati.

Quando rivolgersi ad un ginecologo?

Una visita al ginecologo è raccomandata per lo screening annuale e ogni volta che una donna si preoccupa per sintomi quali dolore pelvico, vulvare e vaginale o sanguinamento anormale dall’utero.

Le condizioni comunemente trattate dai ginecologi includono:

  • problemi relativi alla gravidanza, alla fertilità, alle mestruazioni e alla menopausa
  • pianificazione familiare, compresa la contraccezione, la sterilizzazione e la sospensione della gravidanza
  • problemi con i tessuti che supportano gli organi pelvici, compresi legamenti e muscoli
  • malattie sessualmente trasmissibili
  • sindrome delle ovaie policistiche
  • incontinenza urinaria e fecale
  • condizioni benigne del tratto riproduttivo, ad esempio, cisti ovariche, fibromi, disturbi della mammella, ulcere vulvare e vaginali e altri cambiamenti non cancerosi
  • condizioni precancerose, come iperplasia endometriale e displasia cervicale
  • tumori del tratto riproduttivo e del seno e tumori legati alla gravidanza
  • anomalie congenite del tratto riproduttivo femminile
  • cure di emergenza relative alla ginecologia
  • endometriosi, una condizione cronica che colpisce il sistema riproduttivo
  • malattie infiammatorie pelviche, compresi ascessi
  • sessualità, compresi problemi di salute relativi alle relazioni omosessuali e bisessuali
  • disfunzione sessuale

I ginecologi offrono spesso assistenza sanitaria ginecologica e generale, compresa la medicina preventiva per le donne e la diagnosi e il trattamento di problemi come mal di testa, lombalgia, cambiamenti dell’umore e acne.

Possono anche trattare, se legate a patologie dell’apparato riproduttivo femminile anche:

  • asma
  • condizioni psichiatriche
  • come depressione e disturbi della personalità
  • malattia cardiovascolare
  • diabete
  • disturbi della tiroide e altri problemi ormonali
  • violenza domestica e violenza sessuale
  • osteoporosi

La medicina preventiva può includere consigli sullo stile di vita su problemi come smettere di fumare e dimagrire.

A che età posso vedere un ginecologo?

Un ginecologo può trattare una ragazza o una donna a qualsiasi età. ACOG consiglia di iniziare a visitare un ginecologo dai 13 ai 15 anni.

Costruire una relazione con il medico consente a una ragazza o una donna di essere più a suo agio nel porre domande sulle mestruazioni, la sessualità e così via e fornisce un punto di contatto se i sintomi si manifestano in futuro.

Dà anche al medico la possibilità di guidare il benessere generale di una donna a lungo termine, attraverso la consulenza su importanti problemi di salute e stile di vita.

Cosa aspettarsi da una visita ginecologica

Quello che succede al ginecologo dipende dal motivo della visita e dalla situazione dell’individuo.

Se è la prima visita di una giovane donna, può semplicemente fare una chiacchierata con il medico, ottenere alcune informazioni generali sulla salute e scoprire cosa aspettarsi in futuro.

In ogni visita con il ginecologo, vale la pena ricordare di mettere in atto:

  • Un resoconto onesto dei tuoi problemi di salute e stile di vita dà al ginecologo un’idea migliore della tua situazione e consente loro di aiutarti di più.
  • Un esame ginecologico, incluso un pap-test, può essere scomodo, ma di solito non è doloroso.
  • Non è necessario fare la ceretta o la barba prima della visita.
  • L’odore del corpo è naturale. Se indica un problema, il ginecologo deve sapere.
  • Se si dovessero presentare le mestruazioni in un periodo in cui l’appuntamento è programmato, puoi comunque procedere con la visita, ma potrebbe essere meglio rimandare, a meno che tu non abbia sintomi che richiedono attenzione urgente.

Un paziente può chiedere di avere qualcuno con loro durante la visita, sia nella stanza che fuori dalla porta.

Procedure comuni

I ginecologi sono addestrati a svolgere determinate procedure diagnostiche e chirurgiche.

Le attività diagnostiche includono:

  • Pap test
  • scansione ad ultrasuoni
  • colposcopia, un esame microscopico della cervice
  • biopsia endometriale o prelievo di campioni dal rivestimento dell’utero
  • isteroscopia, l’uso di un endoscopio per vedere nell’utero

Le attività chirurgiche includono:

  • preparare i pazienti per la chirurgia
  • laparoscopia, una procedura addominale che serve sia per scopi diagnostici che chirurgici
  • chirurgia come ad esempio
  • l’isterectomia
    chirurgia maggiore, ad esempio, rimozione dei fibromi nell’utero
  • cura postoperatoria, comprese le complicazioni trattanti

I ginecologi talvolta possono anche essere coinvolti in altre condizioni chirurgiche, come l’ostruzione dell’intestino tenue.