Lipofilling

Lipofilling

La percentuale delle persone che si avvicinano al mondo della chirurgia e della medicina estetica, negli ultimi anni ha subìto un incremento senza precedenti. Tra le principali motivazioni vi è sicuramente un aumento dell’insicurezza da parte di persone appartenenti a tutte le fasce di età, ma anche del miglioramento delle tecniche e dei materiali con i quali vengono eseguite queste operazioni.

Ormai, per provvedere anche solo ad un piccolo miglioramento estetico non è più necessario sottoporsi alla classica operazione con il bisturi, proprio perché le modalità di operare sono mutate, abbreviando i tempi del trattamento, il post ricovero e la durata del risultato. Oltre al semplice aspetto legato al puro senso di appagamento che si produce attraverso un cambiamento fisico, anche la parte psicologica di una persona ne trae vantaggio, allineandosi con il benessere fisico di questa.

Le possibili operazioni in questo mondo sono davvero infinite, poiché il corpo umano è un universo di muscoli, epidermide, adipe e cellule. La materia su cui lavorare quindi è davvero tanta, e tramite il trattamento di questi elementi, combinati con materiali e tecniche innovative, consente di operare in maniera efficiente, specialmente per far ottenere i risultati desiderati dal paziente.

Per quanto riguarda i trattamenti in sé, quello che riceve il maggior numero di richieste rimane senza dubbio il lipofilling, una delle ultime tecniche grazie alla quale è possibile ringiovanire l’aspetto della pelle senza dover ricorrere al famoso botulino.

Cos’è il lipofilling

Ancora prima di iniziare a spiegare cosa sia il lipofilling, è doveroso spiegare per quali trattamenti estetici viene utilizzato. Solitamente, coloro che prendono in considerazione l’idea di sottoporsi a questo genere di trattamento, hanno la necessità -o il desiderio- di migliorare l’aspetto estetico della propria pelle, e non per forza la pelle del viso. Con il passare del tempo si è soggetti a fattori come l’inquinamento, un’alimentazione non del tutto corretta, il fumo, ed infine l’invecchiamento naturale del fisico.

Tutti questi fattori contribuiscono alla nascita e all’aumento di piccoli segni antiestetici, come per esempio le rughe, le zampe di gallina o lo svuotamento di una data zona. Il lipofilling è la soluzione migliore sotto tutti i punti di vista, sia per la naturalezza dell’intervento, sia per i risultati che garantisce. Inoltre, al di là del miglioramento estetico della pelle, attraverso il lipofilling è anche possibile ottenere un aumento volumetrico di zone come il mento, le labbra e gli zigomi.

Nonostante sia una pratica ormai molto diffusa, rimane sempre qualche perplessità riguardo a cosa sia effettivamente la tecnica del lipofilling e come avvenga. Innanzitutto è doveroso sottolineare che questo trattamento sia uno dei più naturali in assoluto, in quanto non viene iniettato nessun liquido estraneo al corpo del paziente, ma anzi, viene utilizzata una quantità irrisoria della sua zona adiposa.

Come avviene il trattamento lipofilling

L’intervento del lipofilling è davvero molto semplice, in quanto prevede due semplici passaggi: il prelievo dell’adipe dalla zona donatrice, e l’iniezione di questo nella zona interessata. L’adipe necessario per il trattamento, viene prelevato da una zona del corpo che ne ospiti quantità abbondanti, come per esempio i glutei o l’addome.

Come per ogni operazione però, complessa o semplice che sia, è assolutamente necessario che il paziente prenda un appuntamento conoscitivo con il Dott. Amoroso, durante il quale verrà verificata la situazione fisica del paziente, la zona da trattare e le soluzioni possibili. Inoltre vi sono alcuni accorgimenti che è necessario rispettare affinché il trattamento possa dare esiti positivi, come quello di non fumare nelle due settimane precedenti e successive all’operazione.

Per quanto riguarda le generalità dell’intervento, la durata del trattamento è piuttosto breve, in quanto si tratta solamente di 60 minuti. L’altro aspetto che rientra nelle caratteristiche dell’operazione è quello dell’anestesia, un punto piuttosto critico per alcuni pazienti; essendo un trattamento poco invasivo però, si ha la possibilità di scegliere tra l’anestesia locale, generale e peridurale.

Il post-trattamento e la durata del risultato

Innanzitutto è bene sapere che l’intervento del lipofilling non lascia nessun tipo di segno o cicatrice sulla pelle, proprio perché si tratta di piccole punture. Per quanto riguarda la reazione della pelle invece, è possibile che si presenti qualche gonfiore o ecchimosi nei giorni immediatamente successivi all’operazione, durante i quali andrà applicata una medicazione che consente di rimodellare la cute sui tessuti sottostanti.

Per aiutare il normale riassorbimento dei liquidi e la ripresa della normale circolazione, un ottimo alleato sono i massaggi sulla zona trattata, e più specificatamente, un ciclo di massaggi. La ripresa delle normali attività, compreso il ritorno al lavoro, è prevista entro la prima settimana, durante la quale è consigliato evitare sforzi fisici.

Infine, per quanto riguarda la durata del risultato ottenuto, vi sono alcuni elementi da tenere in considerazione per decidere se effettuare ulteriori trattamenti o meno. Il primo fattore rimane l’età del paziente, poiché in giovane età si risponde più velocemente all’iniezione di adipe, riuscendo ad ottenere un ottimo risultato già la prima volta.

Rimane invece necessario sottoporsi ad ulteriori interventi per persone over 40, con segni antiestetici profondi e con zone ampie da trattare. Per questi pazienti, e per garantire un risultato efficace e duraturo nel tempo, vengono consigliate altre sedute, con una distanza di circa tre mesi l’una dall’altra.